FSAmbiente di Fabiana Crivaglia – P.IVA 03710310131

Patentini attrezzature

Patentini attrezzature

Organizziamo corsi di formazione per il rilascio, rinnovo e aggiornamento di patentini obbligatori per gli operatori delle attrezzature ai sensi degli artt. 37 comma 7 e 73 D.Lgs. 81/08 e s.m.i. e Accordo della Conferenza Stato-Regioni sulle attrezzature di lavoro del 22 febbraio 2012.

  1. Carrello elevatore (muletto)
  2. Gru su autocarro
  3. Miniescavatore
  4. Piattaforma elevabile (PLE)
  5. Motosega e decespugliatore
  6. Cippatrice
  7. Trattore agricolo o forestale
  8. Trattore agricolo o forestale (aggiornamento)
  9. Terna, escavatore idraulico e pala caricatrice frontale
  10. Lavori in quota con uso DPI 3a categoria

A richiesta, svolgiamo corsi per ogni altra attrezzatura.

Stipuliamo convenzioni per l’iscrizione di più partecipanti della stessa azienda.


Carrello elevatore con operatore a bordo (muletto)

patentini-attrezzature-carrello-elevatore-fsambiente

(In conformità agli artt. 37 e 73, D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.  (D.Lgs. 106/09) e agli Accordi Stato-Regioni 22/2/2012)

Estratto D.Lgs. 81/08:

  1. Nell’ambito degli obblighi di cui agli articoli 36 e 37 il datore di lavoro provvede, affinché per ogni attrezzatura di lavoro messa a disposizione, i lavoratori incaricati dell’uso dispongano di ogni necessaria informazione e istruzione e ricevano una formazione e un addestramento adeguati, in rapporto alla sicurezza relativamente:
    alle condizioni di impiego delle attrezzature;
    alle situazioni anormali prevedibili.
  2. Il datore di lavoro provvede altresì a informare i lavoratori sui rischi cui sono esposti durante l’uso delle attrezzature di lavoro, sulle attrezzature di lavoro presenti nell’ambiente immediatamente circostante, anche se da essi non usate direttamente, nonché sui cambiamenti di tali attrezzature

Durata: 12h (8h di teoria + 4h di prove pratiche)

Sede del corso: sede cliente

up-icon-fsambiente

Gru su autocarro 

patentini-attrezzature-gru-su-autocarro-fsambiente

(Corso di formazione per addetto alla conduzione di gru su autocarro ai sensi degli artt. 37 comma 7 e 73 D.Lgs. 81/08 e s.m.i. e Accordo della Conferenza Stato-Regioni sulle attrezzature di lavoro del 22 febbraio 2012)

Durata: 12 h (4h di teoria + 8h di pratica)

Sede del corso: Fsambiente – Via Giovanni da Sovico, 96 – 20845 Sovico (MB)

Note: A richiesta, è possibile svolgere il corso Gru su autocarro presso la sede del cliente.

Programma

Modulo Giuridico – Normativo

  • Presentazione del corso.
  • Cenni di normativa generale in materia di igiene e sicurezza del lavoro con particolare riferimento alle disposizioni di legge in materia di uso delle attrezzature di lavoro per le operazioni di movimentazione di carichi (D.Lgs. n. 81/2008).
  • Responsabilità dell’operatore.

Modulo Tecnico

  • Terminologia, caratteristiche delle diverse tipologie dì gru per autocarro con riferimento alla posizione di installazione, loro movimenti e equipaggiamenti di sollevamento, modifica delle configurazioni in funzione degli accessori installati.
  • Nozioni elementari di fisica per poter valutare la massa di un carico e per poter apprezzare le condizioni di equilibrio di un corpo, oltre alla valutazione dei necessari attributi che consentono il mantenimento dell’insieme gru con carico appeso in condizioni di stabilità.
  • Condizioni di stabilità di una gru per autocarro: fattori ed elementi che influenzano la stabilità.Caratteristiche principali e principali componenti delle gru per autocarro.
  • Tipi di allestimento e organi dì presa.
  • Dispositivi di comando a distanza.
  • Contenuti delle documentazioni e delle targhe segnaletiche in dotazione delle gru per autocarro.
  • Utilizzo delle tabelle di carico fornite dal costruttore.
  • Principi di funzionamento, di verifica e di regolazione dei dispositivi limitatori, indicatori, di controllo.
  • Principi generali per il trasferimento, il posizionamento e la stabilizzazione.
  • Modalità di utilizzo in sicurezza e rischi: analisi e valutazione dei rischi più ricorrenti nell’utilizzo delle gru per autocarro (caduta del carico, perdita di stabilità della gru per autocarro, urto di persone con il carico o con la gru, rischi connessi con l’ambiente, quali vento, ostacoli, linee elettriche, ecc., rischi connessi alla non corretta stabilizzazione).
  • Segnaletica gestuale.

Modulo Pratico

  • Individuazione dei componenti strutturali: base, telaio e controtelaio, sistemi di stabilizzazione, colonna, gruppo bracci.
  • Dispositivi di comando e di sicurezza: identificazione dei dispositivi di comando (comandi idraulici e elettroidraulici, radiocomandi) e loro funzionamento (spostamento, posizionamento ed operatività), identificazione dei dispositivi di sicurezza e loro funzione.
  • Controlli pre-utilizzo: controlli visivi e funzionali della gru per autocarro e dei componenti accessori, dei dispositivi di comando, di segnalazione e di sicurezza, previsti dal costruttore nei manuale di istruzioni dell’attrezzatura. 
  • Manovre della gru per autocarro senza carico (sollevamento, estensione, rotazione, ecc.) singole e combinate.Controlli prima del trasferimento su strada: verifica delle condizioni di assetto (struttura di sollevamento e stabilizzatori).
  • Pianificazione delle operazioni del sollevamento: condizioni del sito di lavoro (pendenze, condizioni del piano di appoggio), valutazione della massa del carico, determinazione del raggio, configurazione della gru per autocarro, sistemi di imbracatura, ecc..
  • Posizionamento della gru per autocarro sul luogo di lavoro: posizionamento della gru rispetto al baricentro del carico, delimitazione dell’area di lavoro, segnaletica da predisporre su strade pubbliche, messa in opera di stabilizzatori, livellamento della gru. 
  • Procedure per la messa in opera di accessori, bozzelli, stabilizzatori, jib, ecc..

Esercitazione di pratiche operative

  • Effettuazione di esercitazioni di presa/aggancio dei carico per il controllo della rotazione, dell’oscillazione, degli urti e del posizionamento del carico. 
  • Operazioni in prossimità di ostacoli fissi o altre gru (interferenza). 
  • Movimentazione di carichi di uso comune e carichi di forma particolare quali: carichi lunghi e flessibili, carichi piani con superficie molto ampia, carichi di grandi dimensioni. 
  • Manovre di precisione per il sollevamento, il rilascio ed il posizionamento dei carichi in posizioni visibili e non visibili.

Utilizzo di accessori di sollevamento diversi dal gancio (polipo, benna, ecc.). 

  • Movimentazione di carichi con accessori di sollevamento speciali. 
  • Imbracature di carichi.
  • Manovre di emergenza: effettuazione delle manovre di emergenza per il recupero del carico.
  • Prove di comunicazione con segnali gestuali e via radio.
  • Operazioni pratiche per provare il corretto funzionamento dei dispositivi limitatori, indicatori e di posizione.
  • Esercitazioni sull’uso sicuro, gestione di situazioni di emergenza e compilazione del registro di controllo.
  • Messa a riposo della gru per autocarro: procedure per il rimessaggio di accessori, bozzelli, stabilizzatori, jib, ecc..
up-icon-fsambiente

Miniescavatore

patentini-attrezzature-miniescavatore-fsambiente

(Corso di formazione per addetto alla conduzione di escavatori idraulici – ai sensi degli Art. 36, 37 e 73 D.Lgs. 81/08 e Accordo Stato-Regioni del 22/02/12)

L’art. 73 comma 4 del D.Lgs. 81/2008 impone che gli incaricati dell’uso delle attrezzature che richiedono conoscenze e responsabilità particolari (di cui all’articolo 71, comma 7 del medesimo decreto) ricevano una formazione adeguata e specifica.

Gli escavatori idraulici rientrano tra le attrezzature sopra citate. Obiettivo del corso è quindi di formare i lavoratori, permettendo alle aziende di ottemperare agli obblighi formativi suddetti, definendo un percorso di formazione che fornisce, ai lavoratori incaricati, le competenze adeguate per un uso idoneo e sicuro delle diverse tipologie di attrezzature.

Durata: 4 h teoria + 4 h pratica

Sede del corso: Fsambiente – Via Giovanni da Sovico, 96 – 20845 Sovico (MB)

Note: A richiesta, è possibile svolgere il corso Miniescavatore presso la sede del cliente

Programma

Modulo giuridico-normativo (1 ora)

  • Cenni di normativa generale in materia di igiene e sicurezza del lavoro con particolare riferimento all’uso di attrezzature di lavoro semoventi con operatore a bordo.
  • Responsabilità dell’operatore.

Modulo tecnico-teorico (3 ore)

  • Categorie di attrezzature: i vari tipi di macchine movimento terra e descrizione delle caratteristiche generali e specifiche, con particolare riferimento a escavatori, caricatori, terne e autoribaltabili a cingoli;
  • Componenti strutturali: struttura portante, organi di trasmissione, organi di propulsione, organi di direzione e frenatura, circuiti di comando, impianto idraulico ed impianto elettrico.
  • Dispositivi di comando e di sicurezza: identificazione dei dispositivi di comando e loro funzionamento, identificazione dei dispositivi di sicurezza e la loro funzione.
  • Visibilità dell’attrezzatura e identificazione delle zone cieche, sistemi di accesso;Controlli del pre-utilizzo: controlli visivi e funzionali ad inizio ciclo di lavoro.
  • Modalità di utilizzo in sicurezza e rischi: analisi e valutazione dei rischi più ricorrenti durante l’utilizzo dell’attrezzatura (rischio di capovolgimento e stabilità statica e dinamica, contatti non intenzionali con organi in movimento, rischi dovuti alla mobilità, ecc.) .
  • Avviamento, spostamenti, azionamenti, manovre, operazioni con le principali attrezzature di lavoro;
  • Precauzioni da adottare sull’organizzazione dell’area di scavo o lavoro.

Modulo pratico – esercitazioni pratiche operative (4 ore)

  • Individuazione dei componenti strutturali principali: struttura portante, organi di trasmissione, organi di propulsione, organi di direzione e frenatura, dispositivi di accoppiamento e azionamento delle macchine operatrici;
  • Individuazione dei dispositivi di comando e di sicurezza: identificazione dei dispositivi di comando e loro funzionamento, identificazione dei dispositivi di sicurezza e loro funzione, conoscenza dei pattern di comando.
  • Controlli pre-utilizzo: controlli visivi e funzionali della macchina, dei dispositivi di comando e di sicurezza;
  • Pianificazione delle operazioni di campo: accesso, sbancamento, livellamento, scavo offset, spostamento in pendenza a vuoto ed a carico nominale.
  • Operazioni di movimentazione carichi, manovra di agganci rapidi per attrezzi;
  • Esercitazioni di pratiche operative: tecniche di manovra e gestione delle situazioni di pericolo;Guida dell’escavatore ruotato su strada.
  • Le esercitazioni devono prevedere: predisposizione del mezzo e spostamento organi di lavoro e guida con attrezzature;
  • Utilizzo dell’escavatore in campo: esecuzione di manovre di scavo e riempimento, accoppiamento attrezzature in piano e non, manovre di livellamento, operazioni di movimentazione carichi di precisione, aggancio di attrezzature speciali e loro impiego.
  • Messa a riposo e trasporto dell’escavatore: parcheggio e rimessaggio (ricovero) in aerea idonea, precauzioni contro l’utilizzo non autorizzato.
  • Salita sul carrellone di trasporto.
  • Individuazione dei punti di aggancio per il sollevamento.
up-icon-fsambiente

Piattaforma di lavoro elevabile (PLE)

patentini-attrezzature-piattaforma-elevabile-ple-fsambiente

(Corso per operatori addetti alla conduzione di piattaforme di lavoro mobili elevabili (PLE) con stabilizzatori ai sensi dell’art. 37 e 73 comma 5 del D.Lgs. 81/2008 correttivo D.Lgs. 106/2009 e Accordo Stato-Regioni del 22/02/2012

Durata: 8h (4 h teoria + 4 h pratica)

Sede del corso: Fsambiente – Via Giovanni da Sovico, 96 – 20845 Sovico (MB)

Note: A richiesta, è possibile svolgere il corso Piattaforma di lavoro elevabile (PLE) presso la sede del cliente

Programma

Modulo giuridico-normativo (1 ora)

  • Presentazione del corso.
  • Cenni di normativa generale in materia di igiene e sicurezza del lavoro con particolare riferimento ai lavori in quota ed uso di
  • attrezzature di lavoro (D.Lgs. n. 81/2008).
  • Responsabilità dell’operatore.

Modulo tecnico (3 ore)

  • Categorie di PLE: caratteristiche generali e specifiche.
  • Componenti strutturali: sistemi di stabilizzazione, livellamento, telaio, torretta girevole, struttura a pantografo/braccio elevabile.
  • Dispositivi di comando e di sicurezza: individuazione e loro funzionamento.
  • Controlli da effettuare prima dell’utilizzo: controlli visivi e funzionali.
  • DPI specifici da utilizzare con le PLE: caschi, imbracature, cordino dì trattenuta e relative modalità di utilizzo inclusi i punti di aggancio in piattaforma.
  • Modalità di utilizzo in sicurezza e rischi ricorrenti.
  • Spostamento e traslazione, posizionamento e stabilizzazione, azionamenti e manovre, rifornimento e parcheggio in modo sicuro a fine lavoro.
  • Procedure operative di salvataggio: modalità di discesa in emergenza.

Modulo pratico (4 ore)

  • Individuazione dei componenti strutturali: sistemi di stabilizzazione, livellamento, telaio, torretta girevole, struttura a pantografo/braccio elevabile, piattaforma e relativi sistemi di collegamento
  • Dispositivi di comando e di sicurezza: identificazione e loro funzionamento.
  • Controlli pre-utilizzo: controlli visivi e funzionali.
  • Controlli prima del trasferimento su strada: verifica delle condizioni di assetto.
  • Pianificazione del percorso: pendenze, accesso, ostacoli sul percorso e in quota, condizioni del terreno.
  • Posizionamento della PLE: delimitazione dell’area dì lavoro, segnaletica da predisporre su strade pubbliche, posizionamento stabilizzatori e livellamento.
  • Esercitazioni di pratiche operative osservando le procedure operative di sicurezza.
  • Simulazioni di movimentazioni della piattaforma in quota.
  • Manovre di emergenza: effettuazione delle manovre di emergenza per il recupero a terra della piattaforma posizionata in quota.
  • Messa a riposo della PLE a fine lavoro: parcheggio in area idonea, precauzioni contro l’utilizzo non autorizzato.
  • Modalità di ricarica delle batterie in sicurezza (ove previsto).
up-icon-fsambiente

Motosega e decespugliatore 

patentini-attrezzature-motosega-decespugliatore-fsambiente

(Corso di Formazione sul corretto utilizzo della motosega nelle operazioni di abbattimento e potatura ai sensi degli artt. 37, 71 – comma 7 e art. 73 del D.Lgs. 81/08 e s.m.i.

Il corso ha l’obiettivo di formare i lavoratori in merito all’utilizzo in sicurezza della motosega nelle operazioni di abbattimento e potatura. Si eseguiranno prove pratiche di addestramento alle operazioni di taglio, abbattimento, depezzatura della legna, studio delle principali proporzioni dei tagli, manutenzione.

Durata: 8h (4h teoria + 4 h pratica)

Destinatari: Lavoratori agricoli e forestali ed addetti alla gestione del verde.

Sede del corso: Fsambiente – Via Giovanni da Sovico, 96 – 20845 Sovico (MB)

Note: A richiesta, è possibile svolgere il corso Motosega e decespugliatore presso la sede del cliente

Programma

Modulo teorico (4 ore)

  • Presentazione del corso;
  • Normativa generale in materia di igiene e sicurezza del lavoro;
  • Normativa di riferimento all’uso di attrezzature di lavoro, responsabilità dell’operatore
  • Presentazione della motosega, libretto di uso e manutenzione, descrizione e funzionamento
  • Vari tipi di cantiere e la loro organizzazione specifica
  • Controlli visivi e funzionali sulla macchina, rifornimento, lubrificazione e tensionamento catena, affilatura, manutenzione, controlli periodici;
  • Caratteristiche dei DPI per l’uso della motosega e del decespugliatore;
  • Le tipologie di taglio e le tecniche di depezzamento
  • Analisi e valutazione dei rischi nell’utilizzo della motosega e del decespugliatore
  • Test di verifica

Modulo pratico (4 ore)

  • Ispezione dell’albero, riconoscimento delle problematiche strutturali;
  • Avviamento, utilizzo della motosega e di attrezzi forestali;
  • Allestimento area di lavoro e della segnaletica;
  • Abbattimento, contrafforti, tacca direzionale, cerniera;
  • Zona di caduta, uso dei cunei;
  • Dopo l’abbattimento, casi particolari, sramatura e depezzatura;
  • Possibili situazioni di pericolo durante l’abbattitura;
  • Taglio di arbusti e di piccoli alberi con le principali tipologie di taglio;
  • Taglio di piante problematiche (piante con tronco inclinato);
  • Elementi di gestione di prima emergenza e salvataggio;
  • Prova pratica di verifica finale e test di gradimento
up-icon-fsambiente

Cippatrice

patentini-attrezzature-cippatrice-cropped-fsambiente

Durata: 4h (2h teoria + 2h pratica)

Sede del corso: Fsambiente – Via Giovanni da Sovico, 96 – 20845 Sovico (MB)

Note: A richiesta, è possibile svolgere il corso Cippatrice presso la sede del cliente

Programma

Modulo teorico

  • Diversi funzionamenti meccanici delle macchine
  • Uso di carburanti specifici
  • Postazioni in sicurezza degli operatori
  • Uso dei corretti DPI previsti dalla normativa vigente

Modulo pratico

  • Verifica della conformità della cippatrice
  • Segnalazione della zona di lavoro
  • La scelta del legno da trattare
  • Specie, stagionatura e periodo ottimale del taglio
  • Direzionamento del bocchettone e utilizzo della staffa di arresto
  • Procedure e strumenti per la corretta introduzione del legname
  • Corretto sbloccaggio del dispositivo di inerzia
up-icon-fsambiente

Trattore agricolo o forestale

patentini-attrezzature-trattore-agricolo-forestale-fsambiente

(Corso di aggiornamento teorico/pratico per operatori addetti alla conduzione di trattori agricoli o forestali a ruote e cingoli, ai sensi degli art. 36, 37 e 73 comma 5 del D. Lgs. 81/08 e CSR/53 del 22/02/2012 all. VIII)

Il trattore agricolo, anche detto trattrice agricola, (dal latino trahere, trainare) è un mezzo utilizzato per trainare un rimorchio o agganciare delle attrezzature specifiche per l’agricoltura. Appartiene alla famiglia delle macchine agricole semoventi. I trattori interessati all’accordo sulla formazione sono quelli che hanno una velocità massima non inferiore ai 6 km/h.

Sede del corso: sede cliente

Programma

Modulo giuridico-normativo (1 ora)

  • Presentazione del corso
  • Informativa per la sicurezza sul lavoro (D.Lgs. 81/08)
  • Responsabilità dell’operatore

Modulo tecnico (2 ore)

  • Categorie di trattori
  • Componenti principali (Dispositivi di comando e di sicurezza)
  • Controlli da effettuare prima dell’utilizzo
  • DPI specifici da effettuare prima dell’utilizzo
  • Modalità di utilizzo in sicurezza e rischi

Modulo pratico (10 ore)

  • Individuazione componenti principali, dispositivi di comando e di sicurezza
  • Controlli pre -utilizzo
  • Pianificazione delle operazioni in campo
  • Esercitazioni di pratiche operative
  • Messa a riposo del trattore

Verifica finale

up-icon-fsambiente

Trattore agricolo o forestale (aggiornamento)

(Corso di aggiornamento teorico/pratico per operatori addetti alla conduzione di trattori agricoli o forestali a ruote e cingoli, ai sensi dell`art. 37 e 73 comma 5 del D. Lgs. 81/2008 correttivo D.Lgs. 106/2009 e allegato VIII Accordo Stato-Regioni del 22/02/2012)

I lavoratori, titolari di azienda, soci, coadiuvanti familiari, dipendenti e lavoratori autonomi che entro la data di entrata in vigore del presente accordo abbiano operato nel settore con utilizzo di trattori per almeno 24 mesi (negli ultimi 10 anni) sono esonerati dal corso di formazione con l’obbligo di effettuare il corso di aggiornamento entro il 13/03/2017.

Durata: 4 h (1h teoria + 3h pratica)

Sede del corso: sede cliente

Programma

Modulo giuridico

  • Cenni di normativa generale in materia di igiene e sicurezza del lavoro con particolare riferimento all’uso di attrezzature di lavoro semoventi con operatore a bordo;
  • Responsabilità dell’operatore.

Modulo tecnico-pratico

  • Categorie di trattori;
  • Individuazione dei componenti principali (struttura portante, organi di trasmissione, organi di propulsione, organi di direzione e frenatura, dispositivi di accoppiamento e azionamento delle macchine operatrici, etc);
  • Individuazione dei dispositivi di comando e sicurezza (identificazione dei dispositivi di comando e loro funzionamento, identificazione dei dispositivi di sicurezza e loro funzione);
  • Controlli pre-utilizzo visivi e funzionali;
  • Pianificazione delle operazioni in campo in riferimento a pendenze, accesso, ostacoli sul percorso e condizioni del terreno.
up-icon-fsambiente

Terna, escavatore idraulico e pala caricatrice frontale

patentini-attrezzature-terna-patentini-fsambiente


(Corso di formazione teorico/pratico per operatori addetti alla conduzione di terne, escavatori idraulici e pale caricatrici frontali ai sensi dell’art. 37 e 73 comma 5 del D. Lgs. 81/2008 correttivo D.Lgs 106/2009 e s.m.i. e Accordo Stato-Regioni del 22/02/2012 all. X)

Durata: 16h (4h – teoria + 12h pratica)

Luogo: presso sede cliente

Programma

Modulo giuridico-normativo (1ora)

  • Presentazione del corso.
  • Cenni di normativa generale in materia di igiene e sicurezza del lavoro (D.Lgs. n. 81/2008).
  • Responsabilità dell’operatore.

Modulo tecnico (3 ore)

  • Categorie di attrezzature: tipologie e descrizione delle caratteristiche generali e specifiche, con particolare riferimento a escavatori, caricatori, terne e autoribaltabili a cingoli.
  • Componenti strutturali: struttura portante, organi di trasmissione, organi di propulsione, organi di direzione e frenatura, circuiti dì comando, impianto idraulico, impianto elettrico.
  • Dispositivi di comando e di sicurezza: identificazione e funzionamento.
  • Visibilità dell’attrezzatura e identificazione delle zone cieche, sistemi di accesso.
  • Controlli da effettuare prima dell’utilizzo.
  • Modalità di utilizzo in sicurezza e rischi: capovolgimento e stabilità statica e dinamica, contatti non intenzionali con organi in movimento e con superfici calde, rischi dovuti alla mobilità, ecc.).
  • Avviamento, spostamento, azionamenti, manovre, operazioni con le principali attrezzature di lavoro.
  • Precauzioni in fase di organizzazione dell’area di scavo o lavoro.
  • Protezione nei confronti degli agenti fisici: rumore, vibrazioni al corpo intero ed al sistema mano-braccio.

Moduli pratici specifici (12 ore)

  • Modulo pratico per escavatori idraulici, caricatori frontali e terne.
  • Individuazione dei componenti strutturali: struttura portante, organi di trasmissione, organi di propulsione, di direzione e frenatura, dispositivi di accoppiamento e azionamento.
  • Individuazione dei dispositivi di comando e di sicurezza.
  • Controlli pre-utilizzo: controlli visivi e funzionali delle macchine, dei dispositivi di comando e di sicurezza.
  • Pianificazione delle operazioni di campo, scavo e caricamento: pendenze, accesso, ostacoli sul percorso, tipologia e condizioni del fondo e del terreno, sbancamento, livellamento, scavo, scavo offset, spostamento in pendenza a vuoto ed a carico nominale.
  • Operazioni di movimentazione e sollevamento carichi, manovra di agganci rapidi per attrezzi.
  • Esercitazioni di pratiche operative: tecniche di manovra e gestione delle situazioni di pericolo.
  • Guida degli escavatori idraulici, dei caricatori frontali e delle terne su strada.
  • Uso di escavatori idraulici, dei caricatori frontali e delle terne.
  • Messa a riposo e trasporto degli escavatori idraulici, dei caricatori frontali e delle terne: parcheggio e rimessaggio (ricovero).
  • Salita sul carrellone di trasporto ed individuazione dei punti di aggancio per il sollevamento.

Verifica finale

up-icon-fsambiente

Lavori in quota con uso di DPI di 3a cat.

dpi-terza-categoria-patentini-fsambiente

(Corso di formazione e addestramento lavori in quota con uso di 3a categoria ai sensi del D. Lgs. 9 aprile 2008 n. 81 artt. 76 e 77 e s.m.i, valido ai fini dell’aggiornamento per Dirigenti, Preposti, Lavoratori, DL SPP, CSP/CSE ai sensi dell’Allegato III dell’Accordo Stato Regioni del 7/7/16)


I lavori in quota costituiscono una delle attività lavorative a maggior rischio di infortunio. Il corso lavori in quota e DPI di 3a categoria (anticaduta) si prefigge l’obiettivo di approfondire la tematica della sicurezza nei lavori svolti in quota, ai sensi del D. Lgs. 81/08, Titolo IV, Capo II, sia dal punto di vista normativo/legislativo che dal punto di vista pratico, illustrando le misure di carattere tecnico quali procedure, dispositivi di protezione individuale contro le cadute dall’alto (imbracatura, cordini, moschettoni, assorbitori di energia, sistemi di ancoraggio, etc.).

Il corso prevede il riconoscimento di crediti ai fini dell’aggiornamento per Dirigenti, Preposti, Lavoratori, DL SPP, CSP/CSE ai sensi dell’Allegato III dell’Accordo Stato Regioni del 7/7/16

Sede del corso: Fsambiente – Via Giovanni da Sovico, 96 – 20845 Sovico (MB)

Programma

Modulo teorico

  • Titolo IV D. Lgs. 81/08, come modificato e integrato dal D. Lgs. 106/09;
  • Capo II – Norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro nelle costruzioni e nei lavori in quota, campo di applicazione, disposizioni di carattere generale;
  • Caduta dall’alto: Analisi del rischi, prevenzione e protezione;
  • Doveri del datore di lavoro e del lavoratore in merito ai DPI;
  • Differenze tra salto e caduta;
  • Calcolo teorico: 2000 daN / 600 daN- Obiettivo: restare sempre sotto 600 daN;
  • Evitare la caduta con l’utilizzo dei DPI
  • I Dispositivi di Protezione Individuale (DPI)
  • Individuazione dei sistemi anticaduta più corretti ed adeguati in funzione del tipo di lavoro da eseguire;
  • Sistemi anti-caduta con dispositivi e linee di ancoraggio a Norma UNI EN795 – UNI 11578
  • Gli ancoraggi;
  • Elementi di collegamento: Anticaduta a cavo, a rotaia, a corda;
  • Imbragature: da lavoro e di sicurezza
  • Connettori;
  • Cordini;
  • Imbracatura.

Modulo pratico

  • Illustrazione del corretto utilizzo dei DPI
  • Prove di imbragatura, regolazioni, vestizione;
  • Verifica dei DPI e loro uso specifico in funzione dei modelli;
  • Illustrazione corretta modalità di salita/discesa da strutture di carpenteria e scale: movimenti, soste, appoggi, appigli, distribuzione dello sforzo, aspetti psicologici;
  • Ancoraggi sulla struttura: verticale, orizzontale, obliqua utilizzando ancoraggi in Cat. B
  • Utilizzo del cordino doppio;
  • Utilizzo sistemi di posizionamento;
  • Utilizzo anti-caduta su supporto flessibile;
  • Utilizzo arrotolatore a nastro;
  • Utilizzo ancoraggi temporanei in cat. B (fettucce d’ancoraggio);
  • Realizzazione dei nodi principali.

Verifica finale

up-icon-fsambiente

Informazioni ed iscrizioni

Compila il questionario scegliendo i corsi che ti interessano, un nostro incaricato ti contatterà nel più breve tempo possibile.

Leggi qui l’informativa sulla Privacy