FSAmbiente di Fabiana Crivaglia – P.IVA 03710310131

Gli obblighi del datore di lavoro in materia di dispositivi di protezione individuale

Un obbligo indelegabile

I Dispositivi di Protezione Individuale (DPI) consisitono in:

qualsiasi attrezzatura destinata ad essere indossata e tenuta dal lavoratore allo scopo di proteggerlo contro uno o più rischi suscettibili di minacciarne la sicurezza o la salute durante il lavoro, nonché ogni complemento o accessorio destinato a tale scopo.

D. Lgs. 81/2008, artt. 74-79.

Il datore di lavoro ha l’obbligo non delegabile di scegliere i DPI più idonei ai rischi professionali che derivano dalle caratteristiche dell’attività svolta e del luogo di lavoro. I DPI scelti devono garantire una protezione adeguata e rispettare criteri di ergonomicità ed adattabilità al singolo individuo.

I criteri da adottare nella scelta dei DPI

La normativa affida la scelta dei DPI alla diligenza del datore di lavoro, garantendogli la massima libertà di ricercare in autonomia sul mercato i dispositivi più adatti alle reali necessità per la sicurezza dei suoi lavoratori.

Infatti, i parametri di cui dovrà tenere conto nella sua scelta riguardano esclusivamente:

  • L’analisi e la valutazione dei rischi che possono essere evitati o limitati esclusivamente con i DPI.
  • Le caratteristiche indispensabili del DPI ai fini dell’adeguata protezione dai rischi per cui è adottato
  • L’assenza di ulteriori fonti di rischio eventualmente generate dall’uso del DPI stesso.
  • La durata e frequenza dell’esposizione del lavoratore al rischio in relazione alle performance di sicurezza offerte dal DPI.
  • Le eventuali variazioni nei parametri di valutazione del rischio.

Il corretto impiego dei DPI

Dopo aver scelto e fornito a titolo gratuito i DPI, il datore di lavoro deve assicurarsi che i lavoratori ne facciano un uso appropriato, anche attraverso il controllo di dirigenti e preposti, per evitare infortuni e malattie professionali causate da comportamenti negligenti o imprudenti.

Per una gestione corretta dei DPI da parte dei suoi dipendenti, il datore di lavoro deve necessariamente:

  • Fornire DPI conformi ai requisiti previsti dalla normativa.
  • Garantire l’efficienza dei DPI, provvedendo alla loro manutenzione, riparazione ed eventuale sostituzione.
  • Assicurarsi che i DPI siano usati esclusivamente per gli usi previsti, nel pieno rispetto delle indicazioni del fabbricante.
  • Responsabilizzare i lavoratori in modo che ogni DPI sia destinato ad un uso personale.
  • Formare adeguatamente i lavoratori sui rischi per i quali i DPI sono adottati, le modalità d’uso, e quando previsto, effettuare un addestramento specifico sul corretto utilizzo.

L’obbligo di addestramento

L’obbligo di un’istruzione specifica sul corretto utilizzo dei DPI riduce il rischio che il dipendente violi le prescrizioni per mancanza di informazioni, esponendosi inconsapevolmente a rischi anche gravi.

Nel caso di DPI appartenenti alla cosiddetta terza categoria contro rischio di morte, lesioni gravi o permanenti, e a protezione dell’udito, la normativa prevede un addestramento obbligatorio, documentato e verificato.

Leggi anche: Gli obblighi dei lavoratori in materia di dispositivi di protezione individuale


VUOI SCEGLIERE
I DPI PIÙ ADATTI
ALLA TUA AZIENDA?

SFOGLIA I NOSTRI CATALOGHI:

FORNITURE DPI

PRENOTA LA TUA PRIMA CONSULENZA GRATUITA
CHIAMA ORA IL 320/6393194
O CLICCA QUI PER CONTATTARCI SU

One comment

  1. […] Leggi anche: Gli obblighi del datore di lavoro in materia di dispositivi di protezione individuale […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.